Love

Love

la tragicomica storia infinita dell’Amore

 

interpreti:

Romeo———————Roberto Romagnoli

Giulietta——————Alice Di Tullio 

Principe Capuleti—Marco Ripoldi           

Frate Lorenzo———Guillaime Hotz

Tebaldo——————Andrea Cavarra

maschere:

Andrea Cavarra

luci:

Loris Seghizzi

regia:

Mehdi Benabdelluab


Questo spettacolo vuole essere un punto d’incontro tra la tradizione teatrale italiana e il moderno teatro-circo.

Le vicende trattate sono quelle eterne e meravigliose del capolavoro shakespeariano  “Romeo e Giulietta”.

L’importanza del testo fa si che non ci sia bisogno di alcuna presentazione rispetto alla trama, la nostra chiave di lettura invece richiede invece alcuni chiarimenti.

L’uso della maschera e degli altri principi di Commedia dell’Arte, la giocoleria, i duelli acrobatici, il canto a cappella e la musica dal vivo sono gli strumenti attraverso i quali presentiamo al pubblico moderno i nostri due eroi: Romeo, sognatore, musicista, poeta da strapazzo, fifone ma passionale, eternamente innamorato dell’Amore, cerca di conquistare una Giulietta femminista, acida, egocentrica e vanitosa, in mano al suo terribile padre, il Pricipe Capuleti.

Gli altri personaggi, Tebaldo, Mercuzio, frate Lorenzo ruotano attorno al tentativo di andare contro la storia.

Il finale , malgrado il gioco comico e grottesco degli equivoci, è ahimè tragico ma il gioco della  commedia nella commedia ci permette di ridere e riflettere sul messaggio finale della storia.

L’Amore trionfa anche nella morte.